Archivi categoria: Dalle associazioni

Giochi invernali Trapiantati e Dializzati

Giochi Invernali Trapiantati e Dializzati al via il 28 gennaio, iscriviti anche tu!

Giochi Invernali per Trapiantati e Dializzati 2018
Dal 28 gennaio al 4 febbraio si terranno a Chiesa in Valmalenco (SO) i Giochi Invernali Trapiantati e Dializzati, il tradizionale appuntamento sulla neve della Valtellina rivolto a trapiantati e dializzati.

Una settimana in compagnia per sostenere la donazione di organi ed il trapianto e per testimoniare la qualità di vita che il trapianto consente di recuperare e promuovere l’attività fisico-sportiva quale fattore di benessere psico-fisico per trapiantati e dializzati.

Nell’ambito dei Giochi, giovedi 1 febbraio si terrà un convegno su donazione, trapianto e sport a Sondrio presso la Sala Consiliare della Provincia.

Sabato 3 febbraio trapiantati e dializzati affronteranno medici e infermieri di nefrologia e trapianto per il IX Trofeo di Sci Franca Pellini e si sfideranno l’un l’altro per il V Trofeo di Sci Elio Ceccon.

Scarica il programma ed i moduli di iscrizione – o richiedili ad ANED – e partecipa anche tu!

 

per moduli di iscrizione ed ulteriori informazioni:

e-mail: info@aned-onlus.it – telefono: 02.8057927

 

ANED ONLUS

“In Italia, ogni giorno, nove persone muoiono per mancanza di reni artificiali; ogni settimana pazienti in dialisi percorrono centinaia di chilometri per raggiungere il  proprio centro; in un anno sono stati effettuati meno di 100 trapianti renali.

Questi sono alcuni aspetti della drammatica realtà che ha spinto un gruppo di emodializzati ad unirsi per dare vita ad ANED: la medicina riesce a tenerli in vita, ma le attuali strutture sociali non hanno ancora preso in considerazione i loro problemi e questi non vengono affrontati in modo giusto senza la loro attiva partecipazione.”

Franca Pellini, fondatrice e Presidente Aned dal 1972 al 2007dal Foglio Informativo n.1 del 1972 

Alimentazione corretta per prevenire la malattia renale

Alimentazione corretta per prevenire la malattia renale:
Al via la campagna  di comunicazione web promossa da Aned ed  Andid per la prevenzione della malattia renale con l’apporto di una corretta alimentazione

Comunicato stampa – rebloggato da www.emodializzati.it

ANDID (Associazione Nazionale Dietisti) e ANED (Associazione Nazionale Emodializzati Dialisi e Trapianto) insieme per la salute

Arrivano le kidneys card, per imparare a ridurre il consumo di sodio senza perdere gusto e sapore.

Al via la campagna di comunicazione web promossa da Aned ed Andid per la prevenzione della malattia renale grazie ad una corretta alimentazioneSono due, uno rosso e l’altro verde: il primo compie sempre scelte giuste, il secondo quelle sbagliate; hanno una forma inequivocabile, quella di due piccoli reni.

Sono i kidneys (reni, in inglese) i protagonisti della nuova campagna di comunicazione targata ANDID (Associazione Nazionale Dietisti) e ANED (Associazione Nazionale Emodializzati Dialisi e Trapianto) lanciata in occasione dei Giochi Nazionali Trapiantati e Dializzati, svolti a Bra dal 26 al 28 maggio.

L’obiettivo è chiaro: aumentare la consapevolezza rispetto al consumo del sale, per coloro che affrontano la malattia renale.

L’iniziativa è parte di un progetto condiviso con ANDID che ha l’obiettivo di affrontare, in una chiave semplice e diretta, alcuni argomenti fondamentali per i pazienti che convivono con la malattia renale. Abbiamo iniziato con il consumo di sodio perché interessa tutti i pazienti, sia che stiano affrontando una terapia conservativa sostitutiva con dialisi oppure siano prossimi ad un trapianto”, sottolinea Giuseppe Vanacore, Presidente ANED.

Ma perché la quantità di sodio che si assume è così importante per le persone che affrontano la malattia renale? Quando mangiamo, il rene sano elimina il sodio in eccesso mentre nella persona con insufficienza renale cronica il rene malato non è in grado di garantire il corretto equilibrio. La ritenzione di sodio porta all’aumento della pressione arteriosa, che è un fattore di peggioramento della malattia renale.

Meno sale è meglio!” è il claim della campagna di comunicazione e le kidneys card intendono raccontare quali sono le possibili “strategie di gioco” per ridurre il consumo di sale e fare scacco alla malattia renale, attraverso utili e pratici consigli e buone pratiche di consumo.

La campagna di comunicazione viaggerà sul web; le card sono scaricabili gratuitamente on line dal sito ANED ( www.aned-onlus.it ) e dal sito  ANDID ( www.andid.it )

Da alcuni anni, l’Associazione sta puntando molto sulla comunicazione e su nuove modalità per orientare le scelte di consumo. Siamo tutti stanchi di divieti e proibizioni, ma abbiamo bisogno di strade alternative e sostenibili per praticare ogni giorno scelte consapevoli che ci consentano di vivere meglio. La collaborazione con ANED intende essere un primo passo verso progettualità condivise e continuative, dedicate a chi affronta la malattia renale. Le prossime kidneys card saranno dedicate al potassio e al fosforo, proseguiremo il ciclo con un approfondimento sui liquidi”, precisa Ersilia Troiano, Presidente ANDID.

Il problema della riduzione di sale è naturalmente collegato al timore di perdere il gusto delle pietanze.

Ma l’uso di spezie e di erbe aromatiche ci viene in soccorso, garantendo gusto e sapore anche in assenza di sale.

Quanto ne dovremmo consumare, lo dice chiaramente l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) che indica, anche per la popolazione sana, il tetto massimo di 5 grammi di sale al giorno, pari a un cucchiaino da caffè. Ma il vero problema è il sale nascosto.

Più della metà del sale che mangiamo è contenuto negli alimenti che acquistiamo già pronti al consumo. La migliore strategia da adottare è acquistare alimenti freschi e cucinarli in casa, controllando i condimenti che usiamo. Se invece comperiamo alimenti pronti è necessario bilanciare nel pasto ed evitare di aggiungerlo in altri cibi. Dobbiamo poi ricordare che il sale è usato come conservante, per esempio nei salumi e nei formaggi; per questo è consigliabile mangiare non più di uno, due volte a settimana gli affettati e prediligere formaggi freschi. Infine, quando acquistiamo alimenti pronti, è importante leggere le etichette e scegliere alimenti che contengano meno di 0,03 g di sale ogni 100 g.”, afferma Franca Pasticci, curatrice del progetto.

Scarica il comunicato

Scarica le Kidneys Card

L’ANDID, unica associazione rappresentativa della professione del dietista in Italia (DM 19.06.2006), tutela gli interessi dei dietisti e promuove la qualità della formazione di base e post base e fa parte delle federazioni europea (EFAD) ed internazionale (ICDA) delle associazioni di Dietisti.

L’ANED è l’associazione dei malati di rene fondata nel 1972 da Franca Pellini. Fin dalle origini, accanto all’impegno quotidiano di assicurare cure adeguate a tutti i pazienti, Aned si batte per il benessere dei malati, per garantirne la dignità e i diritti. Tra i principi fondativi l’informazione e l’attività educativa sono poste in primissimo piano, come strumenti e azioni utili in ordine alla “…qualità della vita, alle relazioni sociali e al lavoro…” Prevenzione, stimolo alla ricerca medico-scientifica e soluzione dei problemi sociali costituiscono, in nuce, le basi di uno statuto dei diritti del malato nefropatico.

Giornata Mondiale del Rene 2017

Giornata Mondiale del Rene 2017

La giornata mondiale del rene (GMR) è organizzata ogni anno il secondo giovedì del mese di marzo dalla Federazione Internazionale delle Fondazioni per il rene (IFKF) e dalla Società Internazionale di Nefrologia (ISN).

Lo scopo di questa iniziativa è quello di accrescere la consapevolezza che è possibile contrastare la malattia renale se questa viene diagnosticata precocemente. Un adeguato trattamento delle cause permette di ritardare complicazioni legate al deterioramento dei reni e/o danni renali.

GMR 2017 –  La medaglia di rappresentanza conferita dal
Presidente della Repubblica

13 febbraio 2017 – In occasione della GMR 2017, il Presidente della Repubblica italiana ha conferito la medaglia di rappresentanza per il progetto Prevenzione delle malattie renali.

E’ con orgoglio che la FIR ne dà notizia a tutti i Soci e sostenitori.


Scarica il poster della GMR 2017Poster_GMR2017_piccolo

Clicca qui e scarica il poster della GMR 2017, dedicato alla “Malattia renale e obesità”, il tema di quest’anno, appositamente realizzato dalla FIR in collaborazione con la Società Italiana di Nefrologia e la Croce Rossa Italiana.

Il 9 marzo, tutti insieme per proteggere il nostri reni e la nostra salute!

giornata mondiale del rene

Giuseppe Vanacore nuovo Presidente ANED

Giuseppe Vanacore nuovo Presidente ANED

Dal 14 Marzo 2016 Giuseppe Vanacore nuovo Presidente ANED. All’insegna della continuità e della difesa dei diritti dei malati nefropatici. Valentina Paris resta in campo, continuando nel suo impegno di sempre, dedicato all’ascolto e all’informazione dei nefropatici.

COMUNICATO STAMPA – Milano 16 Febbraio 2016

A.N.E.D. ASSOCIAZIONE NAZIONALE EMODIALIZZATI – DIALISI E TRAPIANTO – ONLUS
Medaglia d’Oro al Merito della Sanità Pubblica
20121 MILANO – VIA HOEPLI, 3 – Tel. 02.805.79.27 – Fax 02.864.439 – Cod.Fisc. 80101170159

E’ nel segno della continuità con la linea di governance tracciata dall’attuale Presidente Valentina Paris che oggi, 14 febbraio 2016, il Consiglio Direttivo e il Collegio dei Segretari riuniti a Milano hanno eletto, all’unanimità, Giuseppe Vanacore nuovo Presidente ANED.

“Sono molto contenta per ANED e per tutti i nefropatici – afferma Valentina Paris – l ’elezione di Giuseppe Vanacore rinsalda e fortifica ulteriormente ANED. La sua storia, la sua professionalità al servizio dei malati nella difesa dei diritti acquisiti. Focus della mia attività in ANED sarà l’educazione e l’ascolto del nefropatico e dei suoi familiari con l’obiettivo di far arrivare, anche in collaborazione con le società scientifiche di settore, il minor numero di persone alla dialisi. Non dimentichiamo che le malattie renali stanno diventando una vera “epidemia”, che coinvolge oltre due milioni di cittadini italiani”.

Giuseppe vanacore nuovo presidente anedGiuseppe Vanacore è Laureato in Giurisprudenza presso l’Università Statale di Milano. Ha fatto parte per lunghi anni del sindacato CGIL ricoprendo diversi ruoli dirigenziali. Dal 2000 al 2005 per la CGIL regionale della Lombardia si è occupato di sanità e assistenza, sottoscrivendo diversi protocolli d’intesa con la Giunta Regionale. Nel 2005 assume l’incarico di dirigente presso il Consiglio Regionale della Lombardia, occupandosi prevalentemente di sanità fino al 2010. Attualmente è pensionato. Dal 2010 collabora con ANED come consulente sugli aspetti giuridici e sociali della malattia renale. Inoltre, è consulente di uno studio legale per le problematiche relative al risarcimento per danni alla persona. “ La crisi – afferma Giuseppe Vanacore – ha imposto ad Aned di misurarsi con il tentativo di indebolire o negare il livello di protezione sociale raggiunto in Italia. Ho conosciuto e imparato ad amare ANED per la sue capacita di difendere i propri soci malati, senza abbandonare una visione generale. Continuare questa tradizione di autonomia e di difesa dei diritti è il principale stimolo che ha motivato la mia candidatura e l’impegno che intendo garantire.”

L’investitura ufficiale avverrà davanti ai soci ANED nell’ambito della 44° Assemblea Generale che si svolgerà a Roma il prossimo 13 Marzo presso Hotel Midas, via Aurelia 800.

ANED è la storia della nefrologia italiana e da sempre affianca , sostiene e difende i diritti dei pazienti nefropatici.

segreteria@aned-onlus.it
Tel. 02 805 7927

www.aned-onlus.it

Salvo e Gaia arrivano in città

Il progetto dedicato ai bambini della Campagna Nazionale di Comunicazione su Donazione e Trapianto di Organi, Tessuti e Cellule promosso da Ministero della Salute in collaborazione con il Centro Nazionale Trapianti e le Associazioni di Settore, arriva il 21 gennaio in 11 città italiane.

Belpasso (CT), Catanzaro, Mantova, Parma, Roma, Salerno, Torino, Lugagnano, Chievo‐Bassona‐Borgo Nuovo, Bussolengo e Lecce le città da cui partirà l’avventura dei due fratellini che, il 21 gennaio, guideranno più di 1500 bambini di 15 scuole primarie un divertente viaggio nel corpo umano e condivideranno con loro esempi di buone pratiche alimentari e corretti stili di vita.

Gli incontri saranno animati dai coordinatori indicati dai Centri Regionali Trapianto e dai volontari delle Associazioni di Settore presenti sui territori: persone che da sempre e per tutto l’anno si adoperano per diffondere la cultura della donazione e che sono la prova della capacità della Rete Trapiantologica Italiana di essere capillare e, soprattutto, di essere l’espressione delle Istituzioni che attivamente collaborano con i cittadini e le associazioni di settore.

“Salvo e Gaia” è un cartone animato   strutturato in sei episodi in cui i protagonisti partono alla scoperta del “fantasticoso corpo umano a bordo della loro medicicletta”. Il delicato argomento della donazione di organi, tessuti e cellule è stato inserito nel più ampio discorso dell’educazione alla salute, fondamentale per indirizzare gli adulti di domani verso dei comportamenti salubri, proponendo un momento di riflessione su come è strutturato il nostro corpo, sui giusti stili di vita per preservarlo al meglio e sulla gratuità del dono. I sei episodi e la versione integrale del cartone animato sono disponibili sul sito www.salvoegaia.it.

Al cartone animato si accompagna un mini book dedicato ai bambini che è scaricabile nella sezione del sito alla voce MATERIALI.

Nella stessa sezione è possibile scaricare anche un book rivolto ai docenti che offre una serie di informazioni aggiuntive che permettono di approfondire il sistema trapiantologico italiano sia dal punto di vista organizzativo che da quello normativo.

“Salvo e Gaia” è anche un gioco interattivo che si trova nella sezione GIOCA E SCOPRI: i più piccoli potranno imparare il nome, l’anatomia e la funzione di ogni organo semplicemente trascinandolo fino alla sua corretta posizione.

La prima nazionale di Salvo e Gaia arrivano in città, dunque, vuole essere non solo il momento di lancio di un nuovo progetto del Ministero della Salute ma anche un modo per mettere a disposizione dei dirigenti scolastici e dei docenti uno strumento da inserire nel piano formativo delle scuole e che possa contribuire alla formazione dei più piccoli sui temi della salute e degli stili di vita sani ed equilibrati.

Per  maggiori  informazioni   sul   progetto “Salvo e Gaia arrivano in città” consultare il sito www.salvoegaia.it o scrivere all’indirizzo comunicazione.cnt@iss.it.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: