Share

Insieme da 40 anni: nonostante la malattia renale vivono la vita al massimo

Insieme da 40 anni, la sessantenne paziente dializzata Laura Harmon e suo marito Stephen ancora vivono ogni giorno come fosse il loro matrimonio.

Laura è allo stadio terminale della sua malattia renale, per la quale riceve una dialisi peritoneale, un trattamento che le salva la vita utilizzando il rivestimento dell’addome per filtrare le scorie del sangue.
Anche se Laura è in grado di fare da se, Stephen dimostra il suo amore e il suo sostegno preparando ogni sera il macchinario della dialisi. Successivamente sarà al fianco della moglie per le 11 ore e mezza che il trattamento necessita. Per le rimenenti 12 ore e mezza, Laura e Stephen passano ogni attimo insieme, vivendo la vita appieno.
La felice coppia si è conosciuta dopo che Stephen assunse l’appena diciottenne Laura nel suo negozio di barbiere. Più di 40 anni dopo a Bullhead City, Arizona, sono ancora insieme mentre viaggiano attraverso il paese andando a trovare i loro sette nipoti, oppure mentre girano sulla loro motocicletta nei dintorni della città, o camminano per miglia lungo il fiume Colorado o fanno volontariato per le Special Olympics.
Con ore e ore di trattamento ogni settimana, la malattia renale può spesso essere debilitante ed essere pesante e logorante sia per il paziente che per chi lo assiste. Ma non per Laura e Stephen: “Quando sei malato hai una scelta: puoi permettere al trattamento di controllarti o puoi scegliere di prendere tu le redini del gioco e non lasciare che la malattia sia una malattia. Non permetteremo che dei reni in avaria siano di intralcio alla nostra vita; la vogliamo vivere assieme e pienamente.” Dichiara la coppia.
Quest’anno i due hanno passato il giorno di San Valentino allo Special Olympics Valentine’s Dance, dedicando il loro tempo e il loro amore ai ragazzi con bisogni speciali.

Insieme da 40 anni nonostante la malattia renale
Articolo Originale via Kidney.org – Couple of 40 Years Lives Life to the Fullest Despite Kidney Disease

Share

Commenti

commenti