Archivi tag: centro

Centri dialisi Lourdes e Barcellona

Centri dialisi Lourdes e Barcellona – Recensione

Durante un recente viaggio in Francia e Spagna ho avuto modo di essere sottoposto a terapia dialitica presso un centro di Lourdes e uno di Barcellona, ecco le mie valutazioni. Carlo Cattaneo
cattaneo

Centro di Lourdes

Indirizzo della unità :
AAIR – Unité d’autodialyse et Dialyse Médicalisé
443 avenue de Sarsan
65100 LOURDES
Tel : 00 33 5 62 94 23 37 / 00 33 5 62 94 26 25
secvacances.lourdes@aair-dialyse.com
Contatto: Sig.ra Roselyne, parla un ottimo italiano

Il centro l’ho contattato direttamente telefonicamente dopo avere trovato i riferimenti sul sito www.globaldialysis.com.
Subito la gentilissima Sig.ra Roselyne mi ha inviato via mail i documenti da compilare e gli esami richiesti. Ho ritardato nell’invio della documentazione, ma la signora nel giro di 24 ore inviato orario e luogo.
Avevo il turno del mattino, il centro è ubicato leggermente fuori dal centro della cittadina ma facilmente raggiungibile con un bus che ferma proprio lì davanti e parte dal centro. E’ un CAL  posto in una bella costruzione simile a una villetta, le infermiere mi aspettavano e tutto era pronto. Non hanno i letti bilancia, pertanto pesano all’entrata e all’uscita, magari non è un sistema precisissimo poichè non monitora il peso durante la seduta. Uso la tecnica bottonhole e loro non lo sapevano, ma appena ha visto l’infermiera ha preso gli aghi smussi al posto dei taglienti e mi ha attaccato in un attimo senza il minimo dolore. Ottima la colazione: a richiesta sono disponibili pane, burro e marmellata, biscotti di tre tipi, mousse di frutta e una bevanda calda. Consiglio di portarsi qualcosa con cui coprirsi, l’aria condizionata è davvero da brivido. Alla chiusura usano una tecnica mai vista, mettono un cerotto con garzina emostatica, che resterà, prima di togliere l’ago e poi fanno tenere con un tamponcino sopra per qualche minuto. Davvero eccellente in tutto. Non ho pagato la prestazione, ho solo presentato anticipatamente via mail la tessera sanitaria con validità europea, quella nuova blu.
Poi ho fatto una seduta a Barcellona presso:

Fresenius Medical Care

Centro de diálisis Barcelona – Morales
C/Morales, 35
08029 Barcelona
Spain
Phone: + 34 93 322 64 61 – 686 48 24 08

che avevo prenotato tramite:
Sig.ra Chiara Frattini
Sales and Marketing Manager
Holiday Dialysis – NephroCare Coordination Team –
Via Cavour 17, 26010, Vaiano Cremasco
Cremona – Italy
Tel. +39 0373 275431   –  Fax.+39 0373 9747621
Mobile: +39 335 296335
Chiara.Frattini@fmc-ag.com
www.hditravel.com
www.nephrocare.com
Ho chiamato circa un mese prima e la gentilissima Sig.ra Frattini mi ha subito inviato via mail i documenti da compilare e gli esami richiesti. Loro sono molto pignoli e vogliono una serie di esami che altri non richiedono, lo avevo già constatato in altre circostanze, pertanto consiglio di prendersi per tempo. Anche in questo caso ho tardato nell’invio dei documenti, ma pur essendo in vacanza, la sig.ra Chiara è riuscita in quattro giorni a trovarmi il posto dialisi. Anche in questo caso non ho pagati la prestazione avendo inviato via mail la tessera sanitaria che poi ho dovuto ripresentare al centro.
Fresenius ha due centri a Barcellona, questo si chiama Morales, dal nome della via in cui si trova.
Il centro dialisi è posto fuori dal centro di Barcellona, ma facilmente raggiungibile con la metropolitana.
La costruzione è un pò vecchia, mi hanno detto che tra poco si trasferiranno in un nuovo centro.
Diciamo che l’arrivo non è stato brillantissimo, nella sala d’aspetto c’erano molte persone, tutti molto anziani e molti di loro in carrozzella o in barella, quindi l’impressione è proprio quella di essere in un ospedale anche se non lo è, testimoniato anche dal numero di ambulanze parcheggiate fuori.
Turno della mattina, sono arrivato per le 8 come indicato, ma prima delle 9 non mi hanno attaccato perchè erano molto in ritardo. Anche quì non hanno i letti bilancia. Ci sono molti pazienti, circa 40 su due piani, pertanto si ha l’impressione che le stanze siano molto piccole o quantomeno di essere tutti molto vicini. Comunque la dottoressa che mi ha accolto aveva già tutta la mia documentazione, mi hanno solo chiesto la tessera sanitaria e la firma su un paio di moduli. Colazione più spartana, qualche biscotto e un tè. Anche quì consiglio di portarsi da coprirsi causa aria condizionata. L’impressione è che siano tutti molto di fretta, comunque mi sono trovato bene.
Chiusura con tamponcini e cerotti.
Spero essere stato esaustivo.
Carlo Cattaneo – Centri dialisi Lourdes e Barcellona

Centri Dialisi dott Mucaria

Centri Dialisi dott Mucaria – Sicilia

centro-valdericeI Centri di Emodialisi del Dott. Mucaria si caratterizzano per l’efficienza e la dedizione verso il paziente. Da oltre quarant’anni i nostri collaboratori si impegnano nell’offrire professionalità, umanità e solidarietà ai nostri assistiti per garantire il massimo comfort durante il trattamento Emodialitico.

Quarant’anni di battaglie e di vittorie che ci hanno permesso di crescere e di diventare un centro all’avanguardia e di elevato spessore specialistico, che tiene conto della gestione olistica del paziente durante tutto il suo percorso terapeutico.

Iniziatori ma anche innovatori, propensi al cambiamento e all’innovazione, sia dal lato puramente tecnico, con il possesso delle migliori macchine di dialisi sul mercato (Fresenius 5008) e le più innovative tecniche di Dialisi: Hdf on line, Emodiafiltrazione, Biofiltrazione (dialisi ad alta efficienza), P.f.d. (pereid filtration dialys) ed Emodifiltrazione; nonché dal punto di vista turistico, con la promozione di numerose proposte di vacanze per Emodializzati in Sicilia Occidentale.

Il servizio che mettiamo a disposizione si compone della Struttura di Valderice, dotata di 32 posti rene di cui 2 per AU+ e quella di Alcamo di 22 posti rene di cui altri 2 per AU+. È prevista per gli inizi del 2016 l’apertura di un nuovo centro presso l’isola di Favignana (arcipelago delle Egadi) in modo da potere offrire ai nostri pazienti in loco la comodità di non doversi spostare e a chi ne abbia voglia la possibilità di vivere una bellissima vacanza in una delle isole più rinomate del Mediterraneo.

centro-alcamoI centri di dialisi dott. Mucaria sono dotati di letti-bilancia elettronici, ambienti climatizzati, impianto TV con cuffie, wi-fi gratuito per i pazienti e godono dell’esperienza quarantennale di un équipe multidisciplinare costituita da medici nefrologi, personale paramedico specializzato ed esperti biologi che segue con professionalità l’andamento delle sedute dialitiche, fornendo trattamenti anche personalizzati in accordo alle abitudini del paziente.

I centri erogano prestazioni ambulatoriali personalizzate convenzionate con il S.S.N.. Si eseguono inoltre DH ambulatoriale per:

  • Patologie renali acute e croniche, con elaborazione di diete personalizzate e prescrizioni dei relativi presidi;
  • Ecodoppler renale e del rene trapiantato (per valutazione di rigetto). Ecodoppler di tutti gli altri distretti vascolari;
  • Diagnosi istologica di patologie renali con biopsie;
  • Confezionamento accessi vascolari per emodialisi anche in urgenza;
  • Valutazione per inserimento lista d’attesa trapianto renale.

I due Centri di Emodialisi dott. Mucaria sono posti in posizioni strategiche nel contesto Trapanese. Con sede a Valderice e ad Alcamo, sono ben collegati con la rete autostradale che li mette in comunicazione con tutte le migliori mete vacanziere e di interesse culturale della Sicilia Occidentale tra cuiERICE, splendida cittadina medievale risalente al XII secolo, ricca di storia e di fascino; SEGESTA, fondata dagli Elimi, famosa per il suo Tempio in stile dorico ed il teatro, in parte scavato nella roccia del Monte Barbaro; SELINUNTE e le sue rovine, florida città della Magna Grecia la cui fondazione risale al VI secolo a.C. MOZIA, antico insediamento Fenicio – punico, le cui testimonianze sono raccolte nei numerosi musei presenti sull’ omonima isola; SCOPELLO, famoso per i suoi suggestivi faraglioni; la riserva naturale dello ZINGARO, luogo paradisiaco tra il cristallino del mare ed il verde della montagna; le ISOLE EGADI (Favignana, Marettimo, Levanzo) e PANTELLERIA, luoghi idilliaci dove si può coniugare la vacanza all’insegna dell’esplorazione con i servizi vacanzieri più ricercati.

Per informazioni contattare i seguenti recapiti:

sito web Centri Dialisi dott. Mucaria: http://www.dialisimucaria.it

email: info@dialisimucaria.it

tel: 0923.836440

  • Direttore Sanitario Valderice:
    Filippo Mucaria Specialista in nefrologia
    Tel.: +39 335460220 – E-mail: mucaria.f@alice.it
  • Direttore Sanitario Alcamo:
    sa Annalisa Di Martino Specialista in nefrologia
    Tel.: +39 3293508127 – +39 3497190772
    E-mail: dimartino.annalisa@tiscali.it

Per essere aggiornati sulle nostre offerte vacanziere visitate il sito www.vacanzedialisisicilia.it

Alcune delle innumerevoli attrazioni turistiche da vedere a Trapani e nella sua provincia.

Figura 1: Erice – La Matrice

erice-matrice

Figura 2: Favignana – Cala Rossa

favignana

Figura 3: Marsala – le saline

saline

Figura 4: San Vito Lo Capo – Spiaggia di S. Margherita

san_vito

Figura 5: Segesta – Teatro

segesta

Figura 6: Trapani – La Cattedrale

trapani

Figura 7: Trapani – Tramonto sul Castello della Colombaia

trapani-tramonto

Centro Dialisi Santorini

Centro Dialisi Santorini [Grecia]

Santorini Renal Dialysis Center

santorini renal dialysis center

CHI SIAMO
La missione del poliambulatorio Santorini Renal è finalizzata alla produzione di servizi a elevato valore nel tempo per i propri interlocutori interni ed esterni, orientata a costruire un rapporto duraturo con essi. Essa s’ispira a principi comuni forti quali: lealtà, responsabilità, competenza, ascolto e confronto.
La storia di Santorini Renal inizia nel 2010, anno in cui nasce la prima clinica delle isole Cicladi in Grecia a offrire il servizio di emodialisi.
STRUTTURA

Accoglienza del paziente, Sala per la Dialisi, Suites per la Dialisi, Suite Speciale per il trattamento del Hepatite con il suo bagno
On Line Hemodialisi, High e Low flux filtri
Unita di emergenza, Applicazione dei protocolli standard per dialisi, Spazio per il Supporto Technico, Ambulanza privata per trasporto in caso di emergenza, Ampio parcheggio 4.000m, Internet (WI-FI) e uso del Personal Computer Gratis, Biblioteca
STAFF
Nel centro vacanze per dializzati di Santorini (Arcipelago delle Cicladi) in Grecia (Mare Mediterraneo), assicuriamo ai pazienti un’assistenza sanitaria altamente qualificata. Personale specializzato con esperienza nel campo della nefrologia, costituiscono la formula adatta a tutte le potenziali specifiche esigenze degli ospiti durante il loro soggiorno.
Inoltre, il poliambulatorio (centro vacanze con convenzione Carta di Assistenza Sanitaria Europea) mette anche a disposizione dei suoi pazienti (incluso nel servizio offerto) i seguenti specialisti: Medico Generico e Cardiologo.
LOCATION
L’isola di Santorini è la terza destinazione preferita per viaggi e vacanze in tutto il mondo.
Inoltre, l’isola (Cicladi) situata al centro del Mar Egeo in Grecia, è anche famosa per il tramonto più romantico del Mar Mediterraneo.
Il centro dialisi Santorini Renal è situata su una collina, nei pressi della località Pyrgos e gode di una stupenda vista panoramica che renderà il ricordo del vostro soggiorno indimenticabile.
Il posto è strategicamente posizionato a 2km dall’aeroporto e 1 km dal centro di Fira; la città più grande dell’isola. Un grande parcheggio è a disposizione degli ospiti del poliambulatorio.
Centro Dialisi Santorini [Grecia]- Centro vacanze per dializzati di Santorini (Arcipelago delle Cicladi) in Grecia (Mare Mediterraneo) – articolo estrapolato dal sito ufficiale della clinica Centro Dialisi Santorini

Centro dialisi di Martina Franca

Centro dialisi di Martina Franca

Martina Franca si trova in provincia di Taranto, nel salento, il quale è uno dei posti della Puglia che una persona dovrebbe visitare almeno una volta nella vita. Ci sono stato molti anni fa quando ero già trapiantato e devo dire che il classico “pezzo di cuore” lo ho lasciato inesorabilmente. Tra trulli, mare, buona cucina, il grande zoo, è stata un’estate davvero ricca e divertente. Mi sono chiesto che strutture ci fossero nel salento per gli amici dializzati ed un’amica del gruppo Facebook ci ha concesso una breve recensione sul centro dialisi di Martina Franca.

Ciao Mirko! Brevemente: io mi sono trovata bene. Ho un cvc permanente e mi hanno attaccata e staccata in maniera sterile. Hanno seguito le mie richieste per l’infusione dei farmaci a fine dialisi e mi hanno proposto un tipo di medicazione che mi è piaciuta molto e che ho portato poi nel mio centro per vedere se riescono a trovarla. Infermieri competenti e simpatici.
Turno serale dalle 20. Non troppo puntuali in realtà: mi attaccavano sempre alle 20:30, ma io faccio 3 ore e mezza, quindi mi attaccano sempre per ultima. Medici passati tutte le sere. L’unica cosa è che mi hanno confermato il posto all’ultimo, una settimana prima di partire. Io avevo prenotato lo stesso perchè se dovevo aspettare loro non trovavo più niente. I contatti li ho presi dal sito ANED.
Una cosa importante che puoi segnalare: da quel che ho capito li (al contrario della provincia di Bologna) le dialisi sono collegate tra di loro nella gestione degli ospiti. Quindi basta mandare un fax alla dialisi del capoluogo specificando la sede dove vuoi andare. Io avevo fatto diversi fax a diversi centri e mi hanno chiamata chiedendomi dove volevo andare perchè avevano la richiesta in più centri e non capivano.

Qualche info sul centro dialisi di Martina Franca:

Il reparto di Nefrologia e Dialisi dell’Ospedale di Martina Franca in provincia di Taranto, situato in Piazza San Francesco da Paola 1, ha come Responsabile la Dott.ssa Rosa Giordano. Il reparto, dotato di 10 posti letto di degenza ordinaria e di 1 per il day hospital, svolge attività di diagnosi e cura delle malattie renali ed eroga prestazioni di dialisi peritoneale, sia continua che automatizzata. Si effettuano inoltre ricoveri per esofago- gastroduodenoscopia. Fanno parte dell’equipe dell’unità operativa i dirigenti medici DR. D. DELL’ANNA, DR. F. DE PADOVA, DR.SSA M. GALLO, DR.SSA A. RODIO, DR.SSA A. MARANGI, DR. V.A. LIGORIO, DR. A. SEMERARO, DR. C. D’ALTRI

Altre informazioni su come contattare il centro dialisi di Martina Franca:

 RECAPITI

Telefono:  080 4835213- 254- 361 -335-349-275
Email:  NEFROMARTINA@LIBERO.IT

Link al sito dell’azienda sanitaria.

Martina Franca e dintorni nel sito VisitMartinaFranca

alcune foto per invogliare a visitare la Puglia e il Salento!

m3

m2 m1

 

 

Il ruolo operativo del Centro Nazionale Trapianti

Il ruolo operativo del Centro Nazionale Trapianti:

razionale e funzione organizzativa

 

Un editoriale pubblicato sulla rivista Trapianti, spiega la trasformazione in atto della Rete Nazionale per i Trapianti italiana, dando conto del contesto, del razionale e delle aspettative che tale trasformazione porta con sé.

L’articolo evidenzia, dunque, diversi elementi conoscitivi, utili a comprendere il processo di riorganizzazione e razionalizzazione che la Rete Nazionale dei Trapianti ha messo in atto.

Il riordino del sistema e la sua ottimizzazione si sono resi necessari a seguito della constatazione che da qualche anno le attività di prelievo e trapianto (soprattutto di organi) hanno mostrato una stagnazione. Inoltre, il nuovo assetto istituzionale, intervenuto con la revisione del Titolo V della Costituzione nonché dell’applicazione della normativa di derivazione europea, ha imposto di procedere a una riorganizzazione della struttura trapiantologica italiana, in particolare razionalizzando le interconnessioni funzionali tra i vari livelli di coordinamento.

Infatti la Rete Nazionale Trapianti, concepita ben oltre 30 anni fa, si è andata via via modificando fino all’importante trasformazione, tutt’ora in atto, che prevede il passaggio da un sistema di coordinamento disegnato a suo tempo su quattro livelli (locale, regionale, interregionale e nazionale) a un sistema a tre livelli (locale, regionale e nazionale) certamente più snello, immediato e in linea con le trasformazioni delle Regioni che, in forza della revisione del titolo V della Costituzione, hanno acquisito piena autonomia gestionale anche nel settore trapiantologico.

Di fatto viene meno il livello di coordinamento interregionale che, pur avendo svolto in passato una funzione essenziale nell’aggregare e coordinare le attività di prelievo e trapianto di più regioni, con l’istituzione del Centro Nazionale Trapianti, ha visto il suo ruolo e le sue funzioni non più in linea con le trasformazioni della rete.

A questo proposito è utile ricordare che il Centro Nazionale Trapianti, la cui struttura e funzionamento sono regolati dall’art. 8 della Legge n. 91/99, aveva finora demandato parte delle proprie funzioni operative proprio ai centri interregionali. Tale scelta fu all’epoca condivisa da tutta la rete per diversi ordini di fattori: il primo indubbiamente dovuto al rispetto della storia di ciascuna aggregazione interregionale che si era formata attraverso complessi accordi sottoscritti tra le singole regioni aggregate; il secondo dovuto al fatto che i centri interregionali avevano già un nucleo e una struttura operativa in grado di gestire programmi sovra regionali e, non ultimo, il fatto che al CNT non vi erano all’epoca le condizioni logistiche, strutturali, finanziarie nonché il personale con il necessario know-how per attivare un nucleo operativo nazionale. Oggi, come detto, la rete si è notevolmente modificata, gran parte delle condizioni ostative di allora sono superate e si sono create le condizioni affinché il Centro Nazionale Trapianti prendesse su di sé non solo quelle funzioni che la stessa legge istitutiva gli assegna, ma anche la gestione diretta di tutti i programmi di trapianto a carattere nazionale e internazionale che negli anni sono stati attivati.

È  sicuramente un impegno gravoso, che riguarda la gestione diretta di programmi complessi come: le urgenze (cuore, fegato, rene); il pediatrico (tutti gli organi); lo split; gli iperimmuni; il cross-over (in futuro anche il trapianto di fegato da vivente); le restituzioni; le eccedenze e l’IGE (Italian Gate of Europe). Ma sono funzioni che il Centro Nazionale Trapianti, oggi, è in grado di gestire con professionalità, competenza e autorevolezza.

Nel riordino, quindi, il Centro Nazionale Trapianti si pone come unico interlocutore operativo a livello nazionale, interfacciandosi direttamente con i Centri Regionali che hanno in carico i donatori e garantendo h/24 il supporto necessario ai fini della gestione operativa dei programmi nazionali e internazionali.

Questo è sicuramente l’aspetto più rilevate della trasformazione in atto.

La centralizzazione gestionale delle allocazioni unitamente a quella delle liste, presenta indubbiamente dei vantaggi:

–    rende più fluido il percorso di allocazione attraverso la standardizzazione dei processi;

–    fornisce un’interpretazione univoca delle regole che attualmente disciplinano tali programmi e quindi più efficace la loro applicazione;

–    favorisce una capacità interlocutoria e un grado di autorevolezza su tutto il territorio nazionale superiori e sempre più rilevanti quanto più alti saranno i volumi di attività che verranno gestiti;

–    permette un controllo in tempo reale delle donazioni, dei flussi allocativi e dell’esito dei processi;

Quindi se si guarda al riordino in un’ottica di razionalizzazione del sistema, non si può non prendere atto della necessità e dell’utilità che il riordino porta con sé.

L’editoriale dà anche conto dei vari passaggi che sono stati attuati e che si stanno attuando in questa prima fase della centralizzazione, riportando le azioni messe in campo per il coordinamento operativo tra le parti coinvolte e la loro integrazione, per cui se ne consiglia la lettura.

È chiaro che per ottenere i benefici attesi il passaggio di queste importanti funzioni deve essere adeguatamente supportato nel percorso attuativo, non solo nei suoi aspetti più tecnici, ma anche in quelli istituzionali. Ma è evidente che la riorganizzazione della rete è orientata verso l’adozione di politiche di coordinamento ed accorpamento dei servizi dove esiste una pluralità delle attività di prelievo e trapianto.

È l’intuizione giusta. Solo una politica di razionalizzazione e accorpamento può, nel medio e nel lungo periodo, contenere i costi assicurando un mantenimento e, in prospettiva, un miglioramento della numerosità e della qualità delle prestazioni.

Certamente sempre più in linea con i bisogni e le attese dei pazienti, ma nel rispetto delle ammissibilità economiche imposte dal particolare contesto socio economico che il Paese sta attraversando e funzionale alla normativa vigente.

Bibliografia Editoriale: Il ruolo operativo del Centro Nazionale Trapianti: razionale e funzione organizzativa. Trapianti 2014;18(2):36-38.