Archivi tag: comunicazione

Salvo e Gaia arrivano in città

Il progetto dedicato ai bambini della Campagna Nazionale di Comunicazione su Donazione e Trapianto di Organi, Tessuti e Cellule promosso da Ministero della Salute in collaborazione con il Centro Nazionale Trapianti e le Associazioni di Settore, arriva il 21 gennaio in 11 città italiane.

Belpasso (CT), Catanzaro, Mantova, Parma, Roma, Salerno, Torino, Lugagnano, Chievo‐Bassona‐Borgo Nuovo, Bussolengo e Lecce le città da cui partirà l’avventura dei due fratellini che, il 21 gennaio, guideranno più di 1500 bambini di 15 scuole primarie un divertente viaggio nel corpo umano e condivideranno con loro esempi di buone pratiche alimentari e corretti stili di vita.

Gli incontri saranno animati dai coordinatori indicati dai Centri Regionali Trapianto e dai volontari delle Associazioni di Settore presenti sui territori: persone che da sempre e per tutto l’anno si adoperano per diffondere la cultura della donazione e che sono la prova della capacità della Rete Trapiantologica Italiana di essere capillare e, soprattutto, di essere l’espressione delle Istituzioni che attivamente collaborano con i cittadini e le associazioni di settore.

“Salvo e Gaia” è un cartone animato   strutturato in sei episodi in cui i protagonisti partono alla scoperta del “fantasticoso corpo umano a bordo della loro medicicletta”. Il delicato argomento della donazione di organi, tessuti e cellule è stato inserito nel più ampio discorso dell’educazione alla salute, fondamentale per indirizzare gli adulti di domani verso dei comportamenti salubri, proponendo un momento di riflessione su come è strutturato il nostro corpo, sui giusti stili di vita per preservarlo al meglio e sulla gratuità del dono. I sei episodi e la versione integrale del cartone animato sono disponibili sul sito www.salvoegaia.it.

Al cartone animato si accompagna un mini book dedicato ai bambini che è scaricabile nella sezione del sito alla voce MATERIALI.

Nella stessa sezione è possibile scaricare anche un book rivolto ai docenti che offre una serie di informazioni aggiuntive che permettono di approfondire il sistema trapiantologico italiano sia dal punto di vista organizzativo che da quello normativo.

“Salvo e Gaia” è anche un gioco interattivo che si trova nella sezione GIOCA E SCOPRI: i più piccoli potranno imparare il nome, l’anatomia e la funzione di ogni organo semplicemente trascinandolo fino alla sua corretta posizione.

La prima nazionale di Salvo e Gaia arrivano in città, dunque, vuole essere non solo il momento di lancio di un nuovo progetto del Ministero della Salute ma anche un modo per mettere a disposizione dei dirigenti scolastici e dei docenti uno strumento da inserire nel piano formativo delle scuole e che possa contribuire alla formazione dei più piccoli sui temi della salute e degli stili di vita sani ed equilibrati.

Per  maggiori  informazioni   sul   progetto “Salvo e Gaia arrivano in città” consultare il sito www.salvoegaia.it o scrivere all’indirizzo comunicazione.cnt@iss.it.

Nota ANED su farmaci a pagamento

Nota ANED su farmaci a pagamento

Questo è un estratto delle comunicazioni che stanno intercorrendo tra la direzione Nazionale e le sedi regionali di ANED. Un lavoro certosino che è poco visibile, ma sta portando i primi risultati grazie ai segretari regionali che si stanno spendendo tantissimo sul territorio. Auspichiamo una risoluzione quanto prima.
Ricordiamo che questo che leggerete vale per i farmaci con ciclosporina (Sandimmun), quindi nelle provincie citate potrete ritirarlo gratuitamente. Per il Prograf (non Advagraf), rimangono in sospeso i chiarimenti. Leggete la lettera e a fondo pagina troverete l’elenco delle regioni / provincie dove la situazione si è normalizzata!


Nota ANED su farmaci a pagamento

Cari Segretari

nel riassumere quanto sta succedendo sono a chiedervi un aiuto presso i vostri Assessorati.

Prima di passare a denunce o quant’altro dobbiamo risolvere il problema e dare  risposte ai pazienti.

Tralascio tutto il giro di contatti di questi giorni con il mondo politico, istituzionale e scientifico, quello che oggi è chiaro è che partendo dalla  nota di AIFA  (…) indica quello che si deve fare:

i) Per le criticità elencate e nel prevalente interesse della salute del paziente, AIFA auspica, nei casi in cui il medico decida la non sostituibilità del farmaco prescritto, che le autorità sanitarie territoriali non pongano a carico dell’assistito la differenza fra il prezzo più basso e il prezzo del farmaco previsto.

Ora, in attesa di un provvedimento nazionale da parte del Ministro capace di assicurare la gratuità del farmaco, dobbiamo adoperarci in tutte le Regioni affinché le precisazioni stilate dall’AIFA diventino oggetto di una circolare degli Assessori o dei Direttori Generali, da inviare a tutte le Aziende sanitarie territoriali, per avere la garanzia di uniformità di comportamenti nella generalità dei territori.

Alcune realtà hanno già risolto il problema ad esempio: Teramo , Trento, dove il farmaco viene ritirato dal paziente presso l’ASL o la farmacia dell’ospedale. L’Umbria ha già risolto in questo modo.

In Regioni come Emilia Romagna e Toscana attualmente il farmaco originale viene consegnato nelle farmacie senza pagare.

Stiamo raccogliendo segnalazioni da tutto il territorio, che arrivano da voi, direttamente in sede e dal blog www.emodializzati.it , sul quale hanno indetto una petizione e raccolto ad oggi 2000 firme che manderemo al Ministro.

(…)

Se avete bisogno  chiamate, segnalate problemi e o successi inviandoli a segreteria@aned-onlus.it

E’ un gran lavoro ma è la via che ci porta alla soluzione di questo increscioso episodio che ci ha fatto arrabbiare tutti ma che ci ha costretto a tirarci su le maniche.

Cordiali saluti

Valentina Paris – Presidente ANED

Per Contatti Segreteria Aned

tel. 028057927

fax 02864439

www.aned-onlus.it

Quindi ricapitolando, il farmaco ora risulta esente da ticket:

Teramo , Trento, in Umbra dove il farmaco viene ritirato dal paziente presso l’ASL o la farmacia dell’ospedale.

In Regioni come Emilia Romagna e Toscana attualmente il farmaco originale viene consegnato nelle farmacie senza pagare.

News dell’ultima: ci viene comunicato che anche in Lazio e in Friuli Venezia Giulia viene consegnato dalle farmacie ASL!

Lo staff di emodializzati.it rimane a disposizione per comunicazioni. In ogni caso consultate il gruppo facebook per aggiornamenti in tempo reale sull’evolversi della questione e per porre domande e quant’altro. La nostra raccolta firme continua, il problema non è totalmente risolto! Clicca qui per apporre la tua firma ed aiutarci!