Archivi tag: convegno

Il rene policistico e le sue manifestazioni

Il rene policistico e le sue manifestazioni

Milano, 17 maggio 2014: FOCUS ON

FOCUSON_Cartello_40x40_LR

Milano, 17 maggio 2014 – dalle ore 8.30 alle ore 17.00

Ramada Plaza
Via Stamira d’Ancona, 27a – 20127 Milano

DIRETTORI SCIENTIFICI:
Prof. Francesco Scolari – Prof. Piergiorgio Messa

COMITATO SCIENTIFICO:
Prof. Luigi Biancone (Torino) – Dott. Giuliano Boscutti (Trieste)
Dott. Salvatore Campo (Palermo)
Prof. Giovambattista Capasso (Napoli)
Dott. Sandro Feriozzi (Viterbo) – Dott. Giovanni M. Frascà (Ancona)

Dott. Marco Galliani (Roma) – Prof. Loreto Gesualdo (Bari)
Dott. Riccardo Magistroni (Modena)

Prof. Paolo Manunta (Milano) – Dott.ssa Carmelita Marcantoni (Catania)
Dott.ssa Laura Massella (Roma) – Dott. Enrico Minetti (Firenze)
Dott. Domenico Montanaro (Udine) – Prof. Antonio Santoro (Bologna)

L’iscrizione è gratuita ma obbligatoria e va eseguita compilando la scheda inserita nel programma e seguendo le istruzioni per la spedizione.

(Per il programma e le modalità di iscrizione, scarica il pdf: FOCUSON_ programma )
(oppure scarica la scheda di Iscrizione al FOCUS ON: Scheda iscrizione)

Convegno AIRT a Torino

XXV Convegno AIRT a Torino

03/04/2014 A.O.U. Città della Salute e della Scienza Ospedale Molinette, Aula Dogliotti C.so Bramante, 88 – 10126 Torino

3÷4 Aprile 2014

XXV Convegno Associazione InterRegionale TrapiantiA.O.U. Città della Salute e della ScienzaOspedale Molinette, Aula Dogliotti

C.so Bramante, 88 – 10126 Torino

Il 25° Convegno AIRT si colloca in un contesto storico cruciale nella storia della trapiantologia italiana. Siamo ormai di fronte a scelte non più rinviabili che richiedono l’impegno di tutti nel trovare soluzioni adeguate alle necessità dei malati e sostenibili sul piano dell’efficienza. Il convegno offre un’occasione di confronto e di crescita proprio sui temi più stringenti. La medicina rigenerativa e la bioingegneria sono reali alternative per il futuro o solo delle chimere? I CIR, nei decenni passati, sono riusciti a gettare radici solide capaci di generare un modello organizzativo al passo coi tempi? Qualunque modello si sceglierà di attivare sarà in grado di concentrare su di se tutte le esperienze maturate dai CRT? C’è spazio per rendere la trapiantologia italiana ancora più omogenea nell’erogazione delle terapie e trasparente nella diffusione dei risultati. A tutti questi quesiti vorremmo poter dare una risposta e contribuire nella costruzione di un modello nazionale innovativo e ancor più prestigioso. Continua la lettura di Convegno AIRT a Torino