Archivi tag: ospedale

Favola d’amore e malattia

Favola d’amore e malattia

Paola e la sua favola d’amore..

La prima volta che sono stata male, sul serio, ho detto alla persona che mi era a fianco di andarsene, di non venirmi a trovare in ospedale, di allontanarsi.

Ha rispettato quello che ho chiesto… ma continuava a chiamarmi…

Sono uscita e lui era ancora da me, gli ho detto che era stato tutto bellissimo ma che le cose sarebbero potute peggiorare a tal punto da non riconoscere in me la stessa persona a cui voleva bene…

È rimasto

Il mio stomaco andava a in pezzi e lui mi ha abbracciato… Io piangevo e lui mi ha sgridato.

Sono stata stronza e cattiva ma lui era ancora lì…

Ho fatto cadere tutte le maschere e l’ho fatto entrare mi sono mostrata a lui senza più armature (e io di armature ne possiedo una vagonata); è ancora con me, il 29 agosto ci sposiamo.

Come la vivo?

Come un salto nel vuoto, ma ogni tanto è bello volare e lasciarsi andare.

Paola – Favola d’amore e malattia

Dal libro “...e non siamo soli” 2010 (A. Avventuroso, M. Dalle Mulle)

Favola d'amore e malattia - E non siamo soli (frammenti di una malattia)
Favola d’amore e malattia – E non siamo soli (frammenti di una malattia)

 

DISPONIBILE COME EBOOK su IBS, AMAZON e le migliori librerie OnLINE!!
Link per acquisto su IBS (internet book Shop)

Un libro che ha regalato speranza…

Il libro, stampato e distribuito in proprio in tutto il territorio nazionale, è stato portavoce di un’importante iniziativa, una raccolta fondi per la fondazione “Città della Speranza” di Padova, un centro di ricerca sulle malattie neoplastiche infantili. Quasi 4000euro sono stati devoluti al centro, siamo orgogliosi di aver dato un piccolo contributo a questa grande causa!

Presenza di Te

Presenza di te
Tu sei…
tra le dita e il velluto
che accarezzo la sera.
Nella notte che allude al mattino.
Nella luna che s’inarca nel cielo
a custodire i tuoi sogni.
Nel tocco di campana che introduce
alla festa.
Nell’aria che mi consegna il respiro
di te.
Nel cuore che ritma la vita.
In ogni spazio che la mente
e il corpo ricopre…
e come mi è dolce rivestire
il mondo
in questo inverno che profuma
di rosa
in questo giorno in cui l’amore
si congiunge all’amore.
(A.P.) (SPDC Ospedale di Desio)
Raccolta di poesie di pazienti e operatori sanitari. Se avete le vostre poesie, segnalatecele!